Se siete arrivati a leggere questo articolo, sarete sicuramente alla ricerca della migliore asciugatrice a pompa di calore, che soddisfi a pieno le vostre esigenze.

Ma cos’è un’asciugatrice?Si tratta di un elettrodomestico che viene utilizzato per asciugare biancheria e altri prodotti tessili, in genere dopo il lavaggio in una lavatrice, asportando via l’umidità dai tessuti.

Le asciugatrici si distinguono principalmente per la tecnologia utilizzata per produrre il calore usato per asciugare i tessuti. Il mercato propone due tecnologia di asciugatura, ovvero il sistema a condensazione ed il sistema a pompa di calore. Qual è la differenza?

Nel caso delle asciugatrici a condensazione, o meglio quelle a resistenza elettrica, l’aria calda viene generata dal surriscaldamento della resistenza elettrica posta nel retro dell’asciugatrice, ricoperta ed isolata con materiale che trattiene il calore: quest’ultimo viene poi spinto all’interno della ventola che lo aspira.

La tecnologia a pompa di calore invece richiama esattamente il funzionamento di un climatizzatore impostato con la funzione di riscaldamento: al loro interno abbiamo un motore ed un circuito frigorifero che generano calore o lo fanno circolare all’interno del cestello, asciugando il bucato.

Se siete orientati sulle asciugatrici a pompa di calore ma siete indecisi sul modello da acquistare tra quelli presenti attualmente in commercio, questa guida fa al caso vostro. Insieme andremo a vedere le migliori asciugatrice a pompa di calore presenti sul mercato esaminandone caratteristiche, funzioni e prezzi.

MIGLIORE ASCIUGATRICE A POMPA DI CALORE-CLASSIFICA PER PREZZO CRESCENTE

1)Whirlpool HDLX 80312

Il prodotto migliore per chi è alla ricerca di un’asciugatrice a pompa di calore economica ma al contempo efficiente è la Whirlpool HDLX 80312.

Questa asciugatrice offre la tecnologia Sesto Senso Infinite Dual Sensor che consente di proteggere i capi durante il processo di asciugatura grazie alla presenza di alcuni sensori in grado di monitorare il tasso di umidità nel tamburo e di regolare automaticamente la temperatura. In questo modo si ottiene un’asciugatura completa a delicata dei vestiti, che risultano essere morbidi e vellutati al tatto, senza alcuno spreco di energia.

Tra i suoi punti di forza abbiamo il cestello con una capacità di carico di 8 kg, caratterizzato dalla tecnologia Softmove che impedisce ai capi di rovinarsi durante il suo utilizzo: il cestello della Whirlpool HDLX 80312 è infatti dotato di alcuni rilievi che sostengono dolcemente i vestiti mentre l’asciugatrice è in funzione, muovendoli senza danneggiarli.

Questa asciugatrice a pompa di calore viene venduta con uno stendibiancheria retrattile che se utilizzato sull’asciugatrice, consente di asciugare fino a 32 kg di biancheria sfruttando semplicemente l’aria rilasciata dall’elettrodomestico in funzione. 

2)Candy GVH D913A2-S

In quanto marchio storico dell’industria del bucato, Candy non poteva non avere un posto nella nostra guida alla scelta della migliore asciugatrice a pompa di calore.

La Candy GVH D913A2-S di fascia media con i suoi 500 euro circa, si differenzia da molti altri prodotti della medesima categoria, sia per la sua estrema silenziosità che per l’eccellente capienza: ben 9 kg di carico.

L’asciugatrice a pompa di calore Candy GVH D913A2-S fa parte della nuova gamma di asciugatrici pensata dalle donne e creata dal marchio Candy: GrandO’Vita.

Il suo design innovativo è stato sviluppato per soddisfare tutte le esigenze: display più grande del 30% per una migliore visibilità delle informazioni sul ciclo di asciugatura e la presenza di dettagli cromati che aggiungono un tocco di stile in più con le eleganti finiture.

Tra i punti di forza di questa asciugatrice a pompa di calore abbiamo il rivoluzionario sistema di raccolta acqua “EasyCase”: una maniglia ergonomica consente di rimuovere l’acqua raccolta dal ciclo di asciugatura nel modo più semplice in modo da poterla riutilizzare nelle faccende domestiche senza sprecarla.

Ma non è finita qui. Una delle peculiarità della Candy GVH D913A2-S è il “kg detector”, presente in tutte le asciugatrici della gamma. Si tratta di un nuovo sensore intelligente in grado di rilevare la quantità di indumenti presenti nel cestello e di adattare di conseguenza in modo automatico il ciclo di asciugatura al carico reale.

3)Smeg DHT73LIT   

Un’altra valida asciugatrice a pompa di calore al di sotto dei 700 euro la DHT73LIT di Smeg. Questo modello è dotato di sistema di asciugatura a condensa che consente di eliminare l’umidità in eccesso sui vestiti, anche sfruttando basse temperature, al contrario delle asciugatrici classiche che sfruttano temperature elevate, talvolta anche superiori ai 60°.

L’asciugatura della Smeg DHT73LIT viene resa omogenea, grazie al sistema di rotazione alternata del cestello, che ruotando la biancheria in differenti direzioni, facilita l’evaporazione dell’acqua. Il cestello è interamente in acciaio inox e ha una capacità di carico di 7 kg.

L’asciugatrice a pompa di calore DHT73LIT è dotata di ben 16 programmi differenti per l’asciugatura della biancheria, ognuno dei quali opera a temperatura e carichi distinti.

Secondo il nostro parere, questo è uno dei vantaggi principali di questo prodotto poiché garantisce che gli abiti non si danneggino, sfruttando cicli personalizzati. Tra i più importanti c’è il Woolmar Apparel Care per la cura della lana e quello dedicato all’abbigliamento dei più piccoli, che richiede un’attenzione maggiore rispetto ai capi per adulti.

Questa asciugatrice è dotata di un sensore di umidità che in modo automatico perfeziona il processo di asciugatura in corso e per chi ha bambini in casa c’è anche la funzione di blocco comandi, ma anche un’utile funzione di riduzione del numero dei decibel, utile per coloro che necessitano di silenzio.

L’asciugatura rapida ha una durata di 49 minuti. Il prodotto prevede una fase finale antipiega al termine dell’asciugatura, pratica e comoda, che riduce la necessità di ricorrere al ferro da stiro per l’eliminare le pieghe, prima di riporre gli abiti nell’armadio.

L’asciugabiancheria a pompa di calore Smeg ha una classe di efficienza energetica A, dunque è un elettrodomestico a basso consumo che migliora i costi in bolletta e rispetta l’ambiente. Il prezzo di listino dell’asciugatrice a pompa di calore DHT73LIT è di circa 600 euro iva inclusa.

Smeg DHT83LIT Libera installazione Caricamento frontale 8kg A+++ Argento, Bianco asciugatrice
  • NUOVO Smeg DHT83LIT SMEG ASCIUGATRICE DHT83LIT SMEG ASCIUGATRICE A CONDENSAZIONE 59 5 X 60 9 X 84 6 A

4)Bosh WTW84107IT

Tra le migliori asciugatrici a pompa di calore presenti nella nostra guida per il rapporto qualità/prezzo abbiamo la Bosh WTW84107IT.

Tra i punti di forza di questa asciugatrice abbiamo senza dubbio i ridotti consumi garantiti dalla sua appartenenza alla classe energetica A++, che si traduce in un piacevole risparmio in bolletta e la presenza del condensatore autopulente, il quale oltre ad evitare la scomoda pulizia periodica garantisce efficienza costante nel tempo.

Questa asciugatrice risulta essere davvero all’avanguardia grazie alla sua tecnologia “Active Air” che, creando un flusso d’aria attorno ai capi li tratta in maniera estremamente delicata in modo da renderli morbidi al termine del ciclo di asciugatura.

Per quanto riguarda i programmi di asciugatura, questo modello ne offre tantissimi: da un lato abbiamo i sintetici con vari programmi dal forte alla stiratura facile, sulla destra abbiamo invece i cotoni dal forte ala stirature facile. Grazie ad un semplice tasto è possibile attivare la funzione Delicato, che non fa altro che abbassare la temperatura di asciugatura di una decina di gradi garantendo maggior rispetto per i tessuti. Seguono alcuni programmi specifici come il Rapido, Lana Finish e Programma a tempo.

Inoltre la Bosh WTW84107IT rispetto a numerosi altri elettrodomestici simili, è particolarmente apprezzata per la sua silenziosità superiore alla norma.

5)Siemens WT44W218IT

In testa alla nostra guida troviamo come migliore asciugatrice a pompa di calore la Siemens WT44W218IT. Si tratta di un elettrodomestico appartenente ad una fascia di prezzo alta (1200 euro circa) e come tale dimostra caratteristiche davvero notevoli.

Dal punto di vista tecnologico questa asciugatrice si distingue per la presenza di un utile condensatore: si tratta di un sistema che consente di raccogliere la condensa formatosi nel corso del lavoro di asciugatura, e di eliminare l’umidità presente all’interno dell’asciugatrice. n questo modo non serve alcuno scarico per l’acqua e l’asciugatrice può essere collegata ad una qualsiasi presa di corrente.

Dovete sapere inoltre che grazie all’innovativo sistema autopulente della Siemens WT44W218IT non è più necessario pulire il condensatore: durante ogni ciclo di asciugatura quest’ultimo viene pulito con la condensa formatosi dal bucato in maniera automatica e profonda, andando ad evitare cosi l’accumulo di lanugine al suo interno.

Questa asciugabiancheria è dotata di un design anti vibrazione che risulta essere particolarmente utile per ridurre la rumorosità in fase d’azione. Il display digitale di cui è dotata è davvero una chicca per intenditori: tramite esso è possibile selezionare le differenti opzioni disponibili, scoprire il tempo residuo al termine del ciclo di asciugatura, se il serbatoio è pieno e se il filtro è otturato.

Tra le opzioni più innovative di questa asciugatrice abbiamo quella che consente di posticipare l’avvio dell’asciugatura sino a 24 ore e la tecnologia ISensoric, che con i suoi sensori e la sua elettronica di controllo intelligente  asciuga i capi delicatamente ed in maniera rapida ed efficiente. Ma non possiamo tralasciare AutoDry e Super40.

La prima evita il restringimento dei capi, dal momento che i sensori misurano permanentemente l’umidità degli indumenti e la temperatura del cestello e non appena si raggiunge il grado di asciugatura desiderato, umido per la stiratura o asciutto per l’armadio, inducono la macchina a spegnersi. La seconda, ossia Super40,  è il programma in grado di asciugare in maniera ultra rapida il vostro bucato: in soli 40 minuti si ottengono capi asciutti in maniera perfetta e delicata grazie a temperature ottimizzate e ad un’adeguata fase di raffreddamento.

E per quanto riguarda i programmi?

Beh il fattore programmi è davvero un aspetto interessante dal momento che questa asciugatrice è ricca di opzioni. Esistono differenti modalità di lavoro, suddivise in base alla tipologia di tessuto e al tipo di capo: un ricco libretto delle istruzioni spiega dettagliatamente come utilizzarla soprattutto quando si tratta di scarpe e peluche. Fra le diverse voci abbiamo la possibilità di programmare cicli adatti alle camicie, ai capi intimi, agli abiti sportivi e altri ancora.

Ma non è finita qui. L’aspetto davvero intrigante della Siemens WT44W218IT è la durata del suo ciclo operativo: con  8 kg di carico e 138 minuti di durata per l’asciugatura completa, risulta essere più rapida rispetto alla media delle asciugatrici presenti in commercio.

MIGLIORE ASCIUGATRICE A POMPA DI CALORE: GUIDA ALLA SCELTA

Prima di effettuare il vostro acquisto dovete sapere innanzitutto che le asciugatrici a pompa di calore si dividono in due tipologie in base al sistema di evacuazione dell’umidità estratta:

  • A condensazione: queste asciugatrici a pompa di calore sono dotate di un condensatore che condensa il vapore estratto dai vestiti e lo raccoglie in un apposito serbatoio sotto forma di acqua.
  • A evaporazione: in questo caso invece il vapore generato dal processo di asciugatura viene scaricato direttamente all’esterno attraverso un tubo.

Al momento dell’acquisto è fondamentale tenere conto di alcuni fattori:

  • Capacità di carico: è importante procurarsi un modello di asciugatrice con capacità di carico adatta alle proprie esigenze. Fate riferimento alla capienza della vostra lavatrice per fare in modo che si equivalgano. La maggior parte dei modelli presenti sul mercato generalmente ha una capienza di circa 7 kg.
  • Consumo energetico: le asciugatrici a pompa di calore hanno consumi molto ridotti rispetto a quelle a resistenza elettrica. Il consiglio è quello di optare per un’asciugatrice con classe energetica A: sebbene possa risultare leggermente più costosa, ripaga notevolmente sul lungo periodo.
  • Programmi: se siete particolarmente esigenti dovete sapere che le asciugatrici a pompa di calore più sofisticate sono dotate di innumerevoli programmi perfetti per ogni tipo di richiesta. Esistono programmi appositi per jeans, per i capi di cotone o per i capi delicati, programmi per trapunte e piumini,, ma anche programmi per agevolare la stiratura.
  • Funzioni: i modelli più recenti sono dotati di funzionalità avanzate tra le quali meritano attenzione il timer, la regolazione della temperatura, l’autospegnimento e l’indicatore di progresso.
  1. Timer: quest’ultimo consente, a seconda del modello, di programmare l’avvio ritardato di un programma di asciugatura, o programmare l’asciugatura in modo che termini ad un preciso orario
  2. Regolazione temperatura: questa funzione consente di regolare la temperatura di asciugatura in base alla tipologia di indumenti consentendo cosi di abbassare la temperatura per i capi sensibili al calore e di alzarla per i capi più resistenti come i jeans.
  3. Autospegnimento: le asciugatrici a pompa di calore più moderne sono più attente al risparmio energetico e di conseguenza si spengono da sole pochi minuti dopo il termine del ciclo di asciugatura.
  4. Indicatore di progresso: i display di alcune asciugatrici sono dotati della possibilità di visualizzare il progresso del ciclo di asciugatura in corso, con informazioni inerenti alla tipologia e alla durata del ciclo

Dopo aver visto i migliori modelli secondo la nostra redazione, ancora non hai trovato la migliore asciugatrice a pompa di calore per le tue esigenze o hai dei dubbi riguardo questi o altri modelli? Scrivici nel box dei commenti quì sotto, ti risponderemo il prima possibile.